La Maddalena


Vai ai contenuti

Menu principale:


In esclusiva sul nostro sito

MUSICA


Roberto Nastrucci

Cantante anglo maddalenino a cui va senza dubbio il merito di aver portato le canzoni in "isulanu" alle giovani generazioni.

Francesco Antelmi
Attualmente vive negli Stati Uniti. Ex ragazzino del 68', nato e cresciuto con la chitarra in mano

Maracabu Spa
Canzoni in dialetto maddalenino del gruppo musicale Maracabu Spa.

Il Palco della Musica

L'embrione del gruppo si è formato al'lincirca 4 anni fa, dall'incontro fra Massimo Tucci e Roberto Presutti.

CULTURA


La Maddalena Cultura
La realtà culturale della città di La Maddalena ha radici storiche, è un DNA di imprinting....

Maddalenini o sardi?

Mi capita ancora oggi di incontrare lungo la strada qualcuno che ironizza pesantemente sul marcato distacco dei maddalenini dalla grande isola di Sardegna ...

Mitico 1849

È l’alba del 18 settembre del 1849 quando il “Tripoli”, nome di un piroscafo che diventerà tragicamente celebre in una notte di febbraio del 1918 ...

LIBRI E RICERCHE


Pietro di San Saturnino 1874

Nello spirito di servizio in ambito culturale l'associazione Co.Ri.S.Ma. è lieta di proporre all'attenzione dei cultori di cose locali un altro tassello che risulterà...

Baldacci - Lilliu 1961
Fino a qualche anno fa , le nostre conoscenze sull'archeologia delle isole minori della Sardegna nelle Bocche di Bonifacio, le "Cunicularie" di Plinio il Vecchio ...

Il Pane del Governo
Nel censimento dell'anno 1936 La Maddalena contava 16.277 abitanti (compresi i civili e il personale militare di stanza nella Base), nel censimento del 1951...

T. Zonza - Un eroe del suo tempo
Forse era scritto che la comunità maddalenina doveva ricordare uno dei suoi figli più prestigiosi, una delle medaglie d'oro al valor militare dell'allora piccola Regia .

A. Tarantini - Uno dei Mille

Se, nel linguaggio giuridico, la parola "inventore" significa "scopritore di un bene ignoto o smarrito", allora Moro e Tedde sono gli inventori di Angelo Tarantini

Gli sfollamenti
Nel 1793, la giovane comunità maddalenina si era trovata a contrastare il tentativo di invasione dei francesi e dei corsi e aveva dovuto sottoporsi al primo ..

Settembre 1943
La Maddalena si è trovata spesso coinvolta in avvenimenti storici rilevanti: nel febbraio 1793, in piena Rivoluzione Francese, subì il tentativo di occupazione ...

Forti dell'arcipelago
Proporre un itinerario turistico culturale che abbia come meta le fortificazioni militari dell'arcipelago maddalenino vuol dire ripercorrere un itinerario in unico...

Sette isole sospese tra mare e vento, crocevia di secoli di storia

L’arcipelago di La Maddalena, 20 km quadrati e 11.000 abitanti, già dal neolitico è sulle rotte dell’ossidiana, e alcuni identificano il vicino Capo d’Orso con la terra dei Lestrigoni di Omero. Citate da Plinio il Vecchio, le isole nel buio del medioevo sono covo di pirati. Nel 1200 è attestata la presenza di eremiti e il pellegrinaggio di re e regine. Ancora scorrerie e abbandono, poi il ripopolamento spontaneo, e nel ‘600 si battezzano bambini nati a La Maddalena. All’annessione della Sardegna al Regno Sabaudo, nel ‘700, nell’arcipelago vivono pastori còrsi e comunità di pescatori, ed è allora che si forma la lingua ancora parlata, tra gallurese e còrso. Nel 1803 La Maddalena è base per la flotta inglese di Nelson, che la definisce “il porto più bello del mondo”. Altri grandi legano il loro nome a queste isole, da Napoleone a Garibaldi, che sceglie Caprera per gli ultimi anni di vita, e la sua tomba e i musei dei cimeli sono continua meta di visite. Il ruolo di piazzaforte militare La Maddalena lo ufficializza nel 1887, con la localizzazione della base navale. Un ruolo ribadito dell’istituzione, nel 1973, della base statunitense sull'isola di Santo Stefano, dismessa definitivamente nel 2008. All’architettura dell’unica cittadina abitata, fa da cornice una natura generosa e selvaggia. Isole e isolotti del Parco Marino, con spiagge di sabbia finissima e sfumature dal dorato al rosa intenso, sono circondati da acque trasparenti, con fondali ricchi di pesci e di reperti archeologici.

LINK AMICI

www.liberissimo.net
Notizie flash su La Maddalena, attualità, inchieste, cronaca, sport ed interviste.

www.bblamaddalena.it

Sito web dedicato ai bed and breakfast presenti nell'isola di La Maddalena.

www.guardiavecchia.com
New's, informazioni e satira dall'Isola di La Maddalena.

www.lamaddalena.com
Sito dedicato all'intero gruppo di isole, si propone come una guida a tutte le notizie che lo riguardano.

www.lamaddalenatv.it
Web TV dedicata all'isola della Maddalena.

www.correntetv.it
Web Tv dell'isola di La Maddalena.

www.sardegnanord.com

Il mare e le risorse marine del nostro arcipelago.

www.cronacheisolane.it

Storie, notizie curiose e inedite dell'arcipelago di La Maddalena.

www.discoverlamaddalena.com
Is a touristic enterprise operates in Northern Sardinia, mostly in La Maddalena.

www.lamaddalenatravel.it
Portale di prenotazione online.

Capitale e unico centro abitato di un piccolo regno di isole

La Maddalena non può vantare una storia molto lunga: le ripetute incursioni dei pirati nordafricani hanno impedito a lungo che si potesse formare su questi litorali un nucleo duraturo di abitanti. La storia della città ha inizio nella seconda metà del Settecento, quando la casa Savoia inviò le sue truppe, preoccupata per il contrabbando con la Francia e la crescente presenza di pastori che venivano con le loro greggi dalla vicina Corsica. Il piccolo abitato crebbe rapidamente come centro d’appoggio della Regia Marina, impegnata a controllare le acque circostanti: fu così respinto, nel 1793, il tentativo di invasione da parte della Francia rivoluzionaria, capitanata da un ancora sconosciuto Napoleone Bonaparte. La Maddalena è cresciuta poi con questo ruolo militare, che è stato confermato nell’ultimo dopoguerra con l’insediamento della base per i sottomarini americani. Ora, dopo una lunga serie di polemiche e di proteste, la base è stata eliminata. In prospettiva si immagina che le possibilità che si aprono per il futuro si possano incentrare in una ripresa e rafforzamento della forte vocazione al turismo, favorita non solo dalle caratteristiche dell’arcipelago e del mare che lo circonda, ma anche da quelle della sua piccola capitale. A partire dal viaggio per raggiungerla, che può avvenire soltanto servendosi dei piccoli traghetti che partono da Palau, al centro di un altro tratto incantevole della costa sarda. A un primo colpo d’occhio la cittadina ricorda, nelle piazze che apre sul mare, i grandi spazi di altri insediamenti coloniali. Un tono solenne viene anche dalle costruzioni maggiori, soprattutto quelle sorte per ospitare l’Ammiragliato e altri organismi della Marina. Solo in qualche stradetta interna si possono riconoscere le piccole case dei pescatori, che espongono a volte una nassa, una rete messa ad asciugare. La visita essenziale tocca la piazza Umberto, o Comando, dominata appunto dall’Ammiragliato e da altre palazzine militari, ornate di poggioli in granito; nell’ampio spazio ospita il monumento ad Anita Garibaldi e quello a Giovanni Battista Culiolo, il "Maggiore Leggero", leggendario seguace del generale. Di qui la vista si apre sul mare, sino all’isola di Santo Stefano e, a sinistra, Caprera. Il percorso nell’abitato segue via Garibaldi e via XX Settembre, entrambe lastricate in granito e riservate esclusivamente ai pedoni. Vi si affacciano belle costruzioni a più piani che ospitano al piano terra bar e negozi. S’incontra poi la piazza Garibaldi, dove il Palazzo del Comune conserva la bandiera di Domenico Millelire, che comandò nel 1793 l’azione contro i francesi, e le palle di cannone sparate da Bonaparte. A breve distanza la chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena; nell’attiguo Museo si possono vedere il crocifisso e i candelieri d’argento donati dall’ammiraglio inglese Nelson, che incrociò a lungo in queste acque, convinto che La Maddalena avrebbe potuto costituire un’ottima base militare per il suo paese. Intorno alla parrocchiale si diramano le vie del centro storico, lungo le quali è più facile cogliere tra i passanti qualche battuta in isulanu, il linguaggio locale nato dall’incontro del gallurese con il dialetto della vicina Bonifacio. Riprendendo il percorso dal Comune si giunge infine al porto di Cala Gavetta, che offre attracco sia alle imbarcazioni da pesca che a quelle da diporto. Vi si affaccia la piazza XXIII Febbraio con una colonna in memoria di Garibaldi. Non è lontano da qui il punto in cui attraccano i barconi che conducono i turisti a visitare le altre isole dell’arcipelago. Con l’automobile si può invece imboccare la strada panoramica che segue il litorale di questa isola maggiore, offrendo scorci su quelle minori, sulla Corsica e la Sardegna e, naturalmente, su calette, insenature, scogliere e magnifici tratti di mare. Lungo il percorso si incontra, a breve distanza dalla città, il Museo navale "Nino Lamboglia", nel quale è esposta una nave romana, recuperata col suo carico presso l’isola di Spargi. Inevitabile poi, nel corso dell’escursione, la deviazione per l’isola di Caprera – collegata con un istmo e un ponte – che oltre alle bellezze di un’isola mediterranea in mezzo al suo mare offre la forte suggestione del compendio garibaldino, con la tomba dell’eroe e soprattutto le abitazioni che eresse con le sue mani e i campi che seppe pazientemente coltivare, negli intervalli tra le sue imprese e negli ultimi anni della vita.

GARIBALDI

Giuseppe Garibaldi

Già nel 1811, quando Garibaldi aveva 4 anni e Mazzini 6, a La Maddalena sbarcava un certo Alessandro Turri proveniente da Genova...


Gli amici isolani
Giuseppe Garibaldi era un uomo semplice; nella quotidianità viveva con grande sobrietà e sapeva apprezzare le piccole cose dalle quali traeva piacevolezze...

Vita a Caprera

Spesso nulla spiega meglio l'ambiente di un uomo, delle testimonianze "a caldo" di coloro che lo visitarono. Così ho scelto, tra le innumerevoli, la testimonianza...



LA MADDALENA ANTICA
Gruppo dedicato a tutti gli appassionati della storia e le immagini della nostra magnifica La Maddalena

Amici di La Maddalena

Obiettivo dichiarato mettere insieme tutte le persone che amano l'isola, la città di La Maddalena e il suo arcipelago

www.lamaddalena.info
Visitalo subito ed esprimi un giudizio, una critica o un suggerimento


Loading

Home Page | Città | Arcipelago | Maddalena | Caprera | Spargi | Budelli | Santa Maria | Razzoli | Santo Stefano | Parco Nazionale | Natura isolana | Cultura isulana | Lingua isulana | Musica isulana | Poesia isulana | Turismo | Ospitalità | Mangiare e bere | Nautica | Noleggio | Immobiliare | Lifestyle | Itinerari | Escursioni | Diving isolani | Beni culturali | Sagre isolane | Eventi isolani | Musei isolani | Fortezze | Chiese isolane | Settecento | Ottocento | Novecento | Duemila | Isolanità | Storia isolana | Curiosità isolane | Com'era l'isola | Meteo dall'isola | Amici isolani | Maddalenini | Personaggi | Eroi isolani | Studiosi isolani | Politici isolani | Famiglie isolane | Visitatori | Ricordi isolani | Libri e ricerche | Futuro isolano | Inediti isolani | Granito e cave | Ex Arsenale | Guerra | Speciali isolani | Racconti isolani | Maddalena Antica | Garibaldi | Maggior Leggero | Lia Origoni | Gianmaria Volonté | Franco Solinas | Domenico Millelire | Tomaso Zonza | Angelo Tarantini | Horatio Nelson | Benito Mussolini | Cinema | Teatro | Cerca nel sito | News | Video | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu